Campilobatteriosi nei gatti


Panoramica sulla campilobatteriosi felina

La campilobatteriosi, comunemente denominata "campy" o "Campybacter", è una causa comune di enterite (infiammazione intestinale) nell'uomo e in diverse specie animali, tra cui cani e gatti. Il disturbo è causato da un batterio, Campylobacter jejuni.

Di seguito una panoramica della campilobatteriosi nei gatti seguita da informazioni dettagliate approfondite sulla diagnosi e il trattamento di questa condizione.

Le condizioni associate ad un aumentato rischio di sviluppare campilobatteriosi sono:

  • Animali con diarrea
  • Animali giovani
  • Condizioni abitative affollate
  • Scarsa igiene
  • Condizioni stressanti, come gravidanza, chirurgia o altre malattie
  • Infezione concomitante con altri agenti patogeni intestinali come parvovirus, Salmonella, Giardia o parassiti
  • La campilobatteriosi è una delle principali cause di malattia intestinale nelle persone. I gattini possono servire come fonte di infezione per l'uomo. In molti casi, i gatti sono portatori dell'organismo, ma non mostrano segni clinici. Quando sono presenti segni clinici in cani e gatti, di solito è presente negli animali di età inferiore ai sei mesi.

    Cosa guardare

  • Diarrea
  • Perdita parziale di appetito
  • Vomito occasionale
  • Diagnosi di campilobatteriosi nei gatti

  • Esame microscopico delle feci
  • Cultura
  • sierologia
  • Trattamento della campilobatteriosi nei gatti

  • antibiotici
  • Terapia di supporto
  • Assistenza domiciliare e prevenzione

    Non esiste assistenza domiciliare per la campilobatteriosi. Se il tuo animale sviluppa grave diarrea, contatta il veterinario.

    Evita le condizioni associate alla diffusione della malattia. Isolare gli animali con diarrea e migliorare i servizi igienico-sanitari nei canili e nelle strutture di imbarco. Evitare lo stress e praticare una buona igiene, come il lavaggio delle mani dopo essere entrati in contatto con animali con diarrea.

    Informazioni approfondite sulla campilobatteriosi nei gatti

    Campylobacter jejuni è un batterio che è abitualmente associato alla malattia diarroica nei cani, nei gatti e nell'uomo. Negli ultimi anni, Campylobacter jejuni è emerso dall'oscurità come patogeno veterinario per il riconoscimento come principale causa di enterite negli esseri umani.

    I gatti allevati in allevamenti e allevamenti, laboratori e rifugi per animali hanno una probabilità molto maggiore di ospitare l'organismo rispetto ai cani e ai gatti di proprietà privata. L'organismo è stato isolato dal solo 4 percento di cani e gatti clinicamente sani. È stato isolato, tuttavia, nel 21% dei gatti con diarrea e nel 29% dei cani con diarrea. Cuccioli e gattini hanno maggiori probabilità di acquisire Campylobacter jejuni e sviluppare la diarrea a causa della mancanza di precedente esposizione e sviluppo di anticorpi che li proteggono dalle malattie.

    Il principale mezzo di trasmissione è la diffusione fecale-orale, in particolare tramite cibo e acqua. La carne contaminata e il latte non pastorizzato sono altre comuni fonti di infezione.

    La gravità della malattia causata dall'organismo dipende dal numero di organismi ingeriti e dallo stato immunitario dell'animale infetto. Altri agenti patogeni intestinali, come parvovirus, coronavirus, Giardia e Salmonella, possono svolgere un ruolo sinergico nella malattia.

    I gatti possono trasportare l'organismo ma non mostrano alcun segno di malattia. Questo è comune Se si sviluppano segni clinici, si verificano più frequentemente nei cani di età inferiore ai 6 mesi. Lo stress, come quello dovuto a malattie concomitanti, ricovero in ospedale, gravidanza o chirurgia, può rendere gli animali più sensibili alle malattie cliniche. Il principale segno clinico di malattia è la diarrea, che va da lievi feci molli, a diarrea acquosa, a diarrea contenente sangue e muco. La forma acuta che colpisce spesso i cuccioli (e occasionalmente i cani adulti) provoca diarrea acquosa carica di muco, spesso accompagnata da diminuzione dell'appetito e vomito occasionale. La febbre può anche verificarsi. In alcuni casi, la diarrea può durare diverse settimane, può essere intermittente e può anche durare per diversi mesi.

    Diagnosi approfondita

    I tre modi principali per diagnosticare la campilobatteriosi sono utilizzando l'esame microscopico, la cultura e la sierologia.

  • Esame microscopico. Una diagnosi rapida e presuntiva può essere ottenuta esaminando campioni fecali freschi per batteri curvi con un caratteristico movimento dardeggiante o esaminando vetrini colorati per macchiare leggermente i batteri sottili a forma di “ala di gabbiano”.
  • Cultura. I tamponi di feci fresche possono essere inviati a un laboratorio commerciale nel tentativo di isolare e far crescere l'organismo.
  • Sierologia. Nell'uomo sono disponibili varie tecniche per rilevare gli anticorpi sierici contro il Campylobacter. Al momento, non sono stati condotti studi su cani e gatti per valutare l'importanza dei livelli di anticorpi come indicatore di infezione in cani e gatti con o senza diarrea.

    Terapia approfondita

  • Antibiotici. In alcuni casi di diarrea grave nei cani e nei gatti, la terapia antibiotica può essere giustificata, in particolare allo scopo di ridurre al minimo l'esposizione dell'uomo e di altri animali domestici in famiglia. Fortunatamente, i ceppi di Campylobacter sono sensibili a molti antibiotici, in particolare eritromicina e tetraciclina.
  • Terapia di supporto. Gli animali gravemente colpiti potrebbero dover essere ricoverati in ospedale e sottoposti a cure di supporto, come liquidi per via endovenosa, diete insipide o che contengono un alto contenuto di fibre nel tentativo di risolvere la diarrea.
  • Cure di follow-up per gatti con campilobatteriosi

    Il trattamento ottimale per il tuo animale domestico richiede una combinazione di cure veterinarie domestiche e professionali. Il follow-up può essere fondamentale, soprattutto se l'animale non migliora rapidamente. Somministrare tutti i farmaci prescritti come indicato. Avvisa il tuo veterinario se riscontri problemi nel trattamento del tuo animale domestico.

    Evita situazioni stressanti per il tuo animale domestico, poiché questo è un fattore predisponente per il disturbo.

    Campylobacter è una delle principali cause di malattia intestinale nelle persone. I segni clinici nelle persone possono essere gravi e comprendono febbre, vomito e disagio addominale. Gattini e cuccioli recentemente acquisiti da negozi di animali o canili sono spesso incriminati come fonte dell'infezione umana; tuttavia, cani e gatti senza sintomi possono anche essere una fonte di infezione per le persone. Il principale fattore di rischio per una persona con infezione intestinale Camplylobacter jejuni è il consumo di carne cruda o poco cotta, in particolare il pollo.


    Guarda il video: Sanità, malattie animaleuomo: Intervento sul batterio Campylobacter


    Articolo Precedente

    I gatti mangiano gli insetti?

    Articolo Successivo

    Come domare un gattino aggressivo