Diabete mellito nei cani


Panoramica sul diabete mellito (DM) nei cani

Il diabete mellito, comunemente noto come "diabete" e comunemente abbreviato in "DM", è una condizione cronica in cui una carenza dell'ormone insulina compromette la capacità del corpo di metabolizzare lo zucchero. È una delle malattie endocrine (ormonali) più comuni dei cani.

Esistono due tipi di diabete mellito nei cani. Il DM di tipo I si verifica quando il corpo non produce abbastanza insulina. Questo può essere il risultato della distruzione delle cellule del pancreas che normalmente producono insulina. Questa forma non produce abbastanza insulina e richiede iniezioni di insulina per controllare la malattia. Il DM di tipo II si verifica quando viene prodotta abbastanza insulina ma qualcosa interferisce con la sua capacità di essere utilizzata dall'organismo. I cani quasi sempre (99%) hanno la varietà di tipo I.

Il diabete mellito di solito colpisce i cani di mezza età o di età superiore di entrambi i sessi, tuttavia è più comune nelle femmine (due volte più comuni nelle femmine che nei maschi). L'età di picco osservata nei cani va dai 7 ai 9 anni. Il diabete ad esordio giovanile può verificarsi in cani di età inferiore a 1 anno ... Qualsiasi razza può essere colpita. Le razze ad aumentato rischio di diabete mellito includono il Terrier australiano, il Samoiedo, lo Schnauzer (in miniatura e standard), il frisone Bichon, il Cairn terrier, il Keeshond, lo Spitz, il Fox terrier e il Barboncino (in miniatura e standard).

Il diabete mellito porta a un'incapacità del tessuto di utilizzare il glucosio. La malattia si manifesta in presenza di alti livelli di zucchero nel sangue, inadeguata consegna di zucchero ai tessuti e alterazioni del metabolismo corporeo.

I fattori di rischio per il diabete mellito includono obesità, pancreatite ricorrente, morbo di Cushing e farmaci come glucocorticoidi e progestinici che antagonizzano l'insulina.

Cosa guardare

I sintomi comuni del diabete nei cani includono:

  • Aumento della sete
  • Aumento della frequenza della minzione
  • Perdita di peso nonostante un buon appetito
  • Cecità improvvisa
  • letargo
  • Cattive condizioni del corpo

Diagnosi del diabete mellito nei cani

Le cure veterinarie per il tuo cane dovrebbero includere test diagnostici per determinare la causa sottostante della glicemia elevata e aiutare a guidare le successive raccomandazioni di trattamento. Alcuni di questi test includono:

  • Anamnesi completa ed esame fisico approfondito.
  • Analisi delle urine per verificare la presenza di glucosio e segni di infezione del tratto urinario.
  • Profilo biochimico sierico per determinare la concentrazione di glucosio nel sangue ed escludere altre potenziali cause degli stessi sintomi.
  • Un emocromo completo (CBC).
  • Altri test come radiografie addominali o ecografia addominale se si sospettano complicanze o malattie concomitanti, come la pancreatite (infiammazione del pancreas).
  • Trattamento del diabete mellito nei cani

  • In sostanza, tutti i cani richiedono una o due iniezioni giornaliere di insulina per controllare la glicemia. Queste iniezioni vengono somministrate sotto la pelle usando un ago piccolo. La maggior parte dei cani si abitua prontamente ai trattamenti. L'ufficio del veterinario ti istruirà sull'uso corretto dell'insulina e delle tecniche di iniezione.
  • La maggior parte degli agenti ipoglicemizzanti orali funziona solo se il pancreas sta ancora producendo insulina. Questo è il motivo per cui i farmaci per via orale sono inefficaci nei cani (perché i cani hanno quasi sempre DM di tipo I).
  • Una corretta gestione del peso, una dieta ricca di fibre e un regolare esercizio fisico possono aiutare a controllare il DM.
  • L'ovarioisterectomia (sterilizzazione) è indicata nelle femmine di diabetici
    ridurre gli effetti degli estrogeni sul diabete e sull'insulina.

  • Complicazioni come le infezioni del tratto urinario possono richiedere ulteriori farmaci, ma alcuni cani, inclusi gli steroidi (come il prednisone), dovrebbero essere evitati nei cani diabetici.
  • Preparare frequenti aggiustamenti della terapia nelle prime fasi del trattamento. I veterinari preferiscono iniziare inizialmente con una bassa dose di insulina e adattarsi lentamente verso l'alto per evitare il sovradosaggio. Il veterinario può raccomandare il ricovero in ospedale per misurare la glicemia ogni poche ore (mappando una curva del glucosio di 24 ore).
  • Le curve del glucosio possono aiutare il veterinario a determinare il miglior tipo di insulina, il dosaggio e la frequenza della somministrazione di insulina, tuttavia si ritiene che siano di uso limitato in alcuni animali domestici e attualmente non sono raccomandati per tutti gli animali domestici.
  • Assistenza domiciliare e prevenzione

    L'assistenza domiciliare prevede la somministrazione di farmaci prescritti, compresa l'insulina, come raccomandato. Cerca di somministrare insulina due volte al giorno, a distanza di 12 ore e alla stessa ora ogni giorno. Dovresti anche lavorare con il tuo veterinario per sviluppare un piano di gestione del peso e alimentazione. Rispettare i tempi di alimentazione regolari.

    Osserva la sete e la frequenza di minzione del tuo cane. Se questi rimangono aumentati, potrebbe essere necessario che il veterinario modifichi il dosaggio dell'insulina.

    Il sovradosaggio di insulina può causare un basso livello di glucosio nel sangue, con conseguente potenziale disorientamento, debolezza o convulsioni (convulsioni). Se noti uno di questi sintomi in un cane altrimenti sensibile, offri immediatamente cibo. Se il cane è incosciente, lo sciroppo di Karo® può essere applicato sulle gengive. In entrambi i casi, chiama il veterinario il prima possibile.

    Acquisire familiarità con insulina, siringhe di insulina, conservazione dell'insulina e manipolazione dell'insulina; il tuo veterinario o farmacista può aiutarti.

    Sebbene non sia noto alcun modo per prevenire la DM di tipo I, una corretta gestione del peso può ridurre la probabilità che il tuo cane sviluppi DM di tipo II.

    Informazioni approfondite sul diabete mellito nei cani

    I sintomi importanti della DM includono aumento della sete (polidipsia) e aumento della minzione (poliuria). Questi sono spesso i sintomi più importanti del diabete mellito, noto anche come diabete di zucchero. Spesso c'è perdita di peso nonostante un buon appetito. Diverse altre malattie possono anche causare aumento della sete e della minzione. Queste malattie includono:

  • Insufficienza renale che provoca l'incapacità di concentrare l'urina
  • Disturbi ormonali, tra cui ormoni steroidei in eccesso o carenti (iperadrenocorticismo e ipoadrenocorticismo), ormone antidiuretico carente (diabete insipido o diabete acquatico) e eccesso di ormone tiroideo
  • Insufficienza epatica e alcuni tumori che impediscono ai reni di concentrare l'urina
  • Un'infezione del tratto urinario può portare ad una maggiore frequenza di minzione e minzione incontrollabile in luoghi inappropriati. Le infezioni del tratto urinario spesso accompagnano la DM perché i batteri vivono bene nelle urine zuccherate e diluite.
  • Perdita di peso con buon appetito può essere osservata con malattie intestinali, insufficienza enzimatica digestiva, malattie renali, eccesso di ormone tiroideo o tumori.

    Complicanze e condizioni concomitanti spesso riscontrate nei pazienti diabetici includono:

  • Infezione del tratto urinario dovuta a urina diluita contenente zucchero
  • Infezioni in altre parti del corpo, comprese le gengive
  • Acidosi (basso pH nel sangue) dovuta alla produzione di chetoni mentre il corpo cerca di fornire energia ai tessuti in assenza di un adeguato metabolismo del glucosio (zucchero). I chetoni si formano dagli acidi grassi quando il corpo crede di morire di fame.
  • La chetoacidosi diabetica, la forma più grave di DM, provoca gravi alterazioni delle sostanze chimiche del sangue, inclusi squilibri in piccole e semplici sostanze chimiche note come elettroliti.
  • Formazione di cataratta a causa dell'accumulo anomalo di zuccheri nella lente dell'occhio. Sebbene il trattamento della DM non invertirà la formazione di cataratta, le terapie chirurgiche per la cataratta sono un'opzione.
  • La pancreatite, un'infiammazione del pancreas, può verificarsi nello stesso organo che produce insulina. Occasionalmente, episodi di pancreatite gravi e ripetuti possono danneggiare l'organo e causare DM, ma la pancreatite può verificarsi anche in animali che hanno già DM. La pancreatite varia da un lieve "mal di pancia" a un disturbo potenzialmente letale, con il vomito che è il segno clinico più comune.
  • Iperadrenocorticismo, un eccesso di ormoni steroidei, può accompagnare e complicare la DM nei cani più anziani. Non è causato dalla DM, ma non trattato non complica la terapia della DM.
  • Diagnosi approfondita del diabete mellito (DM) nei cani

  • Storia medica completa ed esame fisico. Particolare attenzione verrà data alla valutazione dei cambiamenti nelle attività alimentari e di eliminazione. Si noteranno anche variazioni di peso o comportamenti generali. L'addome sarà accuratamente palpato (sondato al tatto) per sentire i cambiamenti nella dimensione degli organi addominali.
  • Analisi delle urine. Ciò consentirà al veterinario di verificare la presenza di glucosio o chetoni (un acido prodotto dall'organismo in assenza di insulina), nonché i segni di infezione della vescica urinaria, una complicanza comune della DM.
  • Analisi biochimiche del sangue. Questo test consentirà la conferma di elevate concentrazioni di glucosio nel sangue (zucchero). La glicemia elevata è il segno distintivo del DM. Inoltre, questi test consentiranno una valutazione della funzionalità renale ed epatica e dell'acidità (pH) del sangue. I risultati dell'analisi biochimica possono rivelare complicanze della DM e spesso rivelare anche la presenza di malattie concomitanti.
  • Le concentrazioni di glucosio nel sangue possono essere misurate più di una volta. Lo stress, un pasto recente o alcuni farmaci possono causare aumenti della glicemia da lievi a moderati in assenza di DM. Gli aumenti persistenti della glicemia, in particolare dopo un digiuno, spesso suggeriscono DM.

    Ulteriori test possono essere raccomandati su base individuale. Questi test includono:

  • L'emoglobina glicosilata, il prodotto dell'effetto cumulativo della glicemia sull'emoglobina dei globuli rossi, viene misurata inviando il sangue a un laboratorio speciale. Questo test consente al veterinario di farsi un'idea di come sono le concentrazioni di glucosio nel sangue nel corso di diversi giorni anziché in un breve istante. La risposta del paziente al trattamento deve essere seguita.
  • Le misurazioni sieriche di fruttosamina sono utilizzate come le misurazioni dell'emoglobina glicosilata. La fruttosamina è il prodotto dell'effetto dello zucchero nel sangue sull'albumina delle proteine ​​del sangue. Questo livello viene generalmente monitorato ogni 3-6 mesi dopo il raggiungimento del controllo diabetico.
  • La coltura delle urine può confermare la presenza di un'infezione della vescica urinaria, dimostrare quale tipo di batteri sta causando l'infezione e dire al veterinario quali antibiotici dovrebbero essere efficaci nel trattamento (e quali no).
  • L'emocromo completo (CBC) può scoprire anemie (troppi globuli rossi che trasportano ossigeno), numeri piastrinici anormali (troppe o troppe cellule della coagulazione del sangue) e conta anormale dei globuli bianchi (troppe o troppe cellule che combattono le infezioni) . Le infezioni sono una complicanza comune della DM.
  • Le radiografie addominali (radiografie) possono essere richieste per escludere cambiamenti nelle dimensioni di organi come il fegato o i reni o per cercare prove di tumori addominali. Possono essere presenti malattie renali, malattie intestinali, malattie della ghiandola surrenale o alcuni tumori addominali con segni molto simili al DM.
  • L'ecografia addominale utilizza onde sonore per valutare il contenuto della cavità addominale. Uno specialista esegue spesso il test in cui viene rasata la pelliccia e viene tenuta una sonda contro l'addome (questo è lo stesso test fornito a molte donne in gravidanza per visualizzare il feto). Questo test può rivelare molte delle stesse cose delle radiografie addominali, ma fornisce un esame più dettagliato insieme a viste dell'interno degli organi piuttosto che solo all'ombra dell'organo.
  • Se si sospetta un iperadrenocorticismo (generalmente nei cani anziani), possono essere richiesti test endocrini specifici che includono un test di stimolazione con ACTH, un test di soppressione del desametasone a basso e / o alto dosaggio o rapporti di cortisolo / creatinina nelle urine. Iperadrenocorticismo complica sia la diagnosi che il trattamento della DM.
  • Se è previsto un intervento chirurgico di cataratta, il veterinario probabilmente eseguirà un elettroretinogramma (test elettrico dell'occhio) per essere sicuro che la vista verrà ripristinata una volta rimossa la lente nuvolosa.
  • Trattamento approfondito del diabete mellito (DM) nei cani

    Il trattamento per il diabete può includere uno o più dei seguenti:

  • Le iniezioni di insulina sono il pilastro del trattamento. In sostanza, tutti i cani con DM richiedono una o due iniezioni giornaliere di insulina per sostituire l'insulina naturale assente o inefficace. La maggior parte dei cani richiede iniezioni due volte al giorno. Questi dovrebbero essere dati il ​​più vicino possibile a 12 ore una parte.

    Poiché l'insulina è un ormone facilmente inattivabile, deve essere somministrata per iniezione. Queste iniezioni vengono somministrate appena sotto la pelle usando un piccolo ago e una siringa. La maggior parte degli animali domestici si abitua prontamente ai trattamenti e, nonostante l'iniziale trepidazione, la maggior parte dei proprietari può facilmente imparare a fare le iniezioni senza troppe obiezioni da parte dell'animale. Il DM di tipo I, a causa della distruzione delle cellule pancreatiche che producono insulina, richiede una terapia insulinica permanente.

    D'altra parte, il DM di tipo II, in cui i tessuti sono semplicemente resistenti agli effetti dell'insulina, a volte può essere controllato attraverso la gestione del peso, i cambiamenti nella dieta e / o le pillole per abbassare la glicemia. La maggior parte dei cani non risponde a questo approccio terapeutico poiché la maggior parte dei cani sono diabetici di tipo I.

    I pazienti con diabete semplice sono generalmente gestiti in regime ambulatoriale, ma quelli che presentano complicanze come la chetoacidosi diabetica richiedono una stabilizzazione iniziale in ospedale.

    L'insulina proviene da diverse fonti e in molte formulazioni. La fonte più comunemente disponibile è l'insulina ricombinante, prodotta da batteri geneticamente modificati per imitare l'insulina umana. Altre fonti provengono da pancreas di manzo o di maiale trasformato.

    Le formulazioni di insulina variano nel tempo necessario per raggiungere il picco di azione e la durata dell'azione. Le formulazioni comunemente prescritte includono NPH (isofano), lente e protamina di zinco (PZI). Un'altra formulazione, l'insulina "regolare", ha una recitazione molto breve e viene utilizzata principalmente in ambito ospedaliero per diabetici complicati.

  • Dieta. Una corretta gestione del peso aiuta a controllare il DM. L'obesità rende i tessuti resistenti agli effetti dell'insulina, mentre gli animali troppo sottili non hanno riserve di energia. Mantenere un peso ottimale può aiutare sia i diabetici di tipo I che quelli di tipo II.

    Una dieta ricca di fibre e un regolare esercizio fisico possono aiutare a controllare il DM. La fibra rallenta l'assorbimento dei carboidrati, compreso lo zucchero, dall'intestino. L'esercizio fisico aiuta a migliorare l'utilizzo dell'insulina da parte dei tessuti.

    Idealmente, i pasti dovrebbero essere divisi in porzioni due volte al giorno e offerti prima delle iniezioni di insulina.

  • L'ovarioisterectomia (sterilizzazione) è indicata nelle femmine di diabetici. Quando gli animali entrano in calore (estro), i cambiamenti ormonali alterano il metabolismo dell'insulina e del glucosio.
  • Terapia farmacologica. Gli antibiotici possono essere prescritti per il trattamento di complicanze infettive, in particolare infezioni del tratto urinario o infezioni orali (gengivali). Alcuni farmaci, compresi gli steroidi, dovrebbero essere evitati nei diabetici. Gli steroidi sono spesso usati per trattare le condizioni della pelle, ma dovrebbero essere evitati nei diabetici.

    Gli animali con complicanze come la chetoacidosi diabetica richiedono una terapia ospedaliera, inclusa la somministrazione di insulina con aggiustamento frequente della dose, fluidi per via endovenosa, somministrazione di elettroliti (sostanze chimiche del sangue) e antibiotici.

    Preparati a frequenti aggiustamenti della terapia nelle prime fasi del trattamento. I veterinari preferiscono iniziare inizialmente con una bassa dose di insulina e adattarsi lentamente verso l'alto per evitare il sovradosaggio.

    Troppa insulina può essere peggio che non abbastanza; il sovradosaggio di insulina può causare un basso livello di glucosio nel sangue. Quando la glicemia è troppo bassa, il cervello non riceve energia adeguata. Il risultato può essere disorientamento, letargia, convulsioni, coma o persino morte. Se noti disorientamento nel tuo cane diabetico attento, offri immediatamente cibo. Se il cane è incosciente, puoi applicare una soluzione zuccherata come lo sciroppo di Karo® sulle gengive. In entrambi i casi, chiamare immediatamente il veterinario.

  • DM richiede cure di follow-up dedicate da parte del proprietario dell'animale. Con un impegno di tempo, educazione e un'attenta osservazione, la maggior parte dei cani diabetici può avere una vita buona e di qualità.

    Assistenza di follow-up per cani con diabete

  • Monitora le concentrazioni di glucosio nel sangue con il tuo veterinario normale oa casa. Potrebbe essere necessario un monitoraggio settimanale fino al raggiungimento di un controllo adeguato. Le misurazioni sieriche di fruttosamina sono raccomandate ogni 3-6 mesi dopo il raggiungimento del controllo diabetico.
  • Routine. Sarà necessario attenersi a una routine sia per la somministrazione di insulina che per l'alimentazione. Sebbene l'insulina non debba essere somministrata esattamente alla stessa ora ogni giorno, è molto utile attenersi allo stesso programma il più vicino possibile sia per la somministrazione che per l'alimentazione.
  • Insulina. Acquisire familiarità con il tipo e la fonte di insulina utilizzata dal cane. L'acquisto di insulina può essere fonte di confusione.

    Acquisire familiarità con la gestione dell'insulina. Questo ormone in bottiglia non è perfettamente solubile o stabile. Deve essere mantenuto fresco e lontano dalla luce diretta e deve essere delicatamente miscelato accuratamente prima dell'uso, ma non agitato con forza.

    Acquisire familiarità con le siringhe e la somministrazione di insulina. L'insulina viene somministrata come “unità” anziché come centimetro cubo standard (cc) o millilitri (ml); le siringhe speciali per insulina sono disponibili in varie dimensioni di unità. L'insulina viene di solito somministrata appena sotto la pelle. Il tuo veterinario può dedicare del tempo a insegnarti come farlo con un minimo di protesta da parte del tuo cane.

  • Nota attentamente i cambiamenti nel consumo di acqua e nella minzione. L'aumento della sete o della frequenza della minzione può indicare la necessità di un aggiustamento nella terapia insulinica o che si è sviluppata una complicazione, come un'infezione del tratto urinario. Chiedi al tuo veterinario qual è il consumo di acqua previsto per il tuo cane e misura periodicamente il consumo effettivo.
  • Se il tuo animale vomita o non mangia, chiama il veterinario per consigli sull'insulina. Somministrare la dose regolare di insulina in un animale domestico che non mangia può causare ipoglicemia. Non saltare una dose di insulina se non raccomandato dal veterinario.
  • Alcuni veterinari ti chiederanno di prelevare periodicamente campioni di urina e di testarli a casa per glucosio, chetoni o entrambi. Queste informazioni possono aiutare il veterinario ad adattare la terapia.

    NOTA: Un animale domestico diabetico ben regolato dovrebbe apparire e comportarsi come un animale domestico in buona salute.

  • Prognosi per cani con diabete mellito

    La prognosi dipende dalla salute generale dell'animale, da altre malattie presenti, da complicazioni secondarie del diabete e dalla capacità del proprietario dell'animale di trattare e monitorare attentamente i progressi del proprio animale. Molti animali domestici vivono una salute felice vivono per anni con il diabete con poche complicazioni. Un tempo medio di sopravvivenza degli animali domestici con diabete è di 3 anni dal momento della diagnosi. Per gli animali domestici che si comportano bene dopo 6 mesi di trattamento, molti avranno una buona qualità della vita per più di 5 anni.



    Articolo Precedente

    Costume da cane da macchina misteriosa

    Articolo Successivo

    Specifiche dell'escavatore Cat 320