I migliori cani per un clima dell'Alaska



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il miglior cane per un clima dell'Alaska è quello che viene fornito con la sua spessa pelliccia per tenerlo caldo e accogliente mentre sopporta il clima notoriamente freddo e tempestoso dello stato. Un cucciolo che fa la sua casa in The Last Frontier deve essere in grado di sfidare gli elementi.

Husky siberiano

Quando si pensa ai cani che vivono in Alaska, l'immagine immediata è quella di un husky siberiano che tira una slitta. Il mistico dell'Iditarod, una corsa di cani da slitta che commemora la corsa del siero della difterite del 1925 a Nome con centinaia di squadre di questi cani veloci, maestosi e robusti, aggiunge solo al tema che il husky siberiano non solo sopravvive adeguatamente, ma prospera anche in modo efficiente. il ghiaccio e la neve. Chiamato per la sua regione di origine, il Siberian Husky non è un cane particolarmente grande, con un peso compreso tra 35 e 60 libbre. Quello che gli manca in termini di dimensioni, lo compensa con un cappotto bello e caldo. Le temperature invernali nell'interno dell'Alaska spesso scendono a 75 gradi sotto zero Fahrenheit, mettendo alla prova il calore i cappotti a doppio strato di questi cani resistenti. Secondo l'American Kennel Club, il husky ha un mantello più spesso rispetto alla maggior parte delle razze di cani con un sottopelo denso simile al cashmere che funge da isolante e un cappotto superiore più lungo e ruvido che allontana l'umidità. Descritto dall'AKC come un cane da lavoro, l'Husky è una scelta eccellente per i compagni umani che amano gli sport invernali all'aperto come le corse di slittino o lo skijoring, uno sport in cui le persone cavalcano con gli sci di fondo trainati dai cani.

Alaskan Malamute

Cugino del Siberian Husky, l'Alaskan malamute è un discendente diretto dei lupi artici che vivono nelle zone più settentrionali dell'Alaska. Secondo il Dog Breed Info Center, gli eschimesi Mahlemuit hanno iniziato a usare i cani per il trasporto circa 3.000 anni fa. Da allora l'Alaskan malamute è diventato una scelta per gli esploratori polari grazie allo spirito tenace del cane, all'acuto senso dell'orientamento e all'olfatto ben sviluppato. È uno dei motivi per cui l'autore Jack London ha scelto di modellare il suo personaggio principale Buck come un cane da slitta malamute nel romanzo "The Call of the Wild". Sebbene il libro fosse ambientato nel territorio canadese dello Yukon, le condizioni simili conquistate dai malamute nella sua trama rispecchiano l'ambiente che i cani che vivono in Alaska spesso devono affrontare. Il malamute ha anche il mantello a doppio strato che allontana lo sporco, il ghiaccio e la neve.

Samoiedo

Questa razza è popolare ovunque la neve sia una parte normale del paesaggio perché può tirare fino a una volta e mezza il suo peso corporeo su una slitta carica, secondo Pet Place. Conosciuto per la bellezza del loro pelo bianco puro, il mantello Samoiedo è così spesso che è difficile se non impossibile vedere la pelle del cane, soprattutto nei mesi invernali. La lana di Samoiedo risultante è una delle preferite dai tessitori, secondo Dog Time, perché si traduce in abiti belli e caldi.

Terranova

Questa è un'altra razza chiamata in parte per la regione del mondo da cui proviene: la provincia canadese della costa orientale chiamata Terranova e Labrador. Mentre le scorte di questi cani resistenti e di colore scuro molto probabilmente provenivano da una combinazione di esploratori vichinghi e successivamente coloni coloniali britannici, la razza si è affermata come un lavoratore affidabile nella provincia marittima, aiutando a trasportare pesanti reti cariche di pesce dal mare e per salvare gli esseri umani caduti in mare, secondo la guida dei proprietari di cani. Questa capacità è dovuta ad una grande capacità polmonare e alla presenza di un olio naturale in entrambi gli strati della loro pelliccia che aggiunge protezione dal freddo e dall'umidità. Mentre le sue origini sono più a sud, il Terranova è una gradita aggiunta alla popolazione canina in Alaska, dove la pesca nei laghi, nei fiumi e negli oceani confinanti dello stato pone ancora gli umani bisognosi di un compagno canino come il Terranova, che è disposto a rischiare il suo propria vita in situazioni di soccorso.


Guarda il video: I 10 PRIGIONIERI Più Pericolosi Al Mondo


Articolo Precedente

Collari per cani grandi in pelle

Articolo Successivo

Idronefrosi nei gatti